Oil pulling: la depurazione che cura!

L’Oil Pulling è una semplice, antica ed economica pratica che può davvero aiutare a risolvere efficacemente la maggior parte delle malattie con cui ogni giorno ci ritroviamo a combattere.

Quali benefici apporta?

Alcuni altri benefici visibili e documentati di questa incredibile azione disintossicante sono queste indicate di seguito.

  • Concorre alla guarigione di malattie cardiache, diabete, encefalite, trombosi, cancro e leucemia, artrite e problemi o dolori articolari;
  • facilita il lavoro di fegato e reni;
  • migliora la bellezza e luminosità della pelle;
  • corregge gli scompensi ormonali;
  • allevia mal di testa e ansia, lenisce tutte le infiammazioni del sistema respiratorio e la congestione nasale; si rivela utile, a chi soffre di allergie e riniti allergiche.

L’Oil Pulling è potenzialmente di aiuto praticamente per qualsiasi malattia o condizione cronica.
Ecco una lista più esplicativa di alcune tra le problematiche più comuni per le quali si sono avuti riscontri documentati con la terapia dell’Oil Pulling o direttamente collegate alla salute orale (in ordine alfabetico per rendere più semplice la ricerca):

  • Acidosi
  • Acne comprese le forme più estreme
  • Alito maleodorante
  • Allergie
  • Arteriosclerosi
  • Artrite
  • Ascessi cerebrali
  • Ascessi dentali
  • Asma
  • Bronchite
  • Cancro
  • Cardiopatie
  • Carie
  • Colite
  • Congestione delle mucose
  • Dermatite
  • Diabete
  • Disturbi nervosi
  • Dolori cronici
  • Eczema
  • Enfisema
  • Emicrania
  • Emorroidi
  • Episodi psicotici
  • Forfora
  • Gengive sanguinanti
  • Gotta
  • Infertilità
  • Insonnia
  • Iperglicemia
  • Ipertensione
  • Malattie del sangue
  • Malattia parodontale
  • Meningite
  • Morbo di Crohn
  • Osteoporosi
  • Polmonite
  • Sindrome premestruale
  • Sinusite
  • Stanchezza cronica
  • Stitichezza
  • Ulcera peptica
  • Verruche

    Questo elenco già molto lungo è solo una piccola parte di ciò che la Terapia dell’Oil Pulling può aiutare a risolvere in quanto molte parti del corpo possono essere influenzate dalla salute della bocca e dai tipi di organismi che vi risiedono.

Come agisce?

La nostra bocca può essere considerata come una foresta pluviale dei tropici: calda, umida con una temperatura decisamente costante tutto l’anno.
Esattamente come una foresta pluviale, quindi, pullula di vita: batteri, virus, funghi e parassiti.
Naturalmente non riusciamo a vedere questo mondo parallelo, ma il cavo orale ospita miliardi di microrganismi soprattutto batteri, di tutti i tipi e così tanti che la loro popolazione eccede il numero delle persone che vivono sulla terra.

Si nutrono di quei saporiti frammenti che si incastrano tra i denti o nelle pieghe di guance e gengive e prosperano con una dieta a base di carboidrati.

Secondo alcuni studi un minuscolo pezzo di placca dentaria, abbastanza piccolo da stare sulla punta di uno stuzzicadenti, contiene da dieci a cento milioni di batteri.

Sicuramente molti sono anche utili. Altri sono più aggressivi e molesti, provocano carie e malattie gengivali.
Fra i più problematici c’è lo Streptococcus mutans, la causa principale della carie dentaria.

Oggi la ricerca scientifica afferma che moltissime malattie della nostra società partono dalla bocca.

Ecco perchè è così importante la salute orale per il benessere dell’intero organismo e di conseguenza è consigliabile e auspicabile mantenere una buona igiene orale anche, ma non solo, per avere un bellissimo sorriso!
L’utilizzo costante di spazzolino, filo interdentale, collutori disinfettanti e i periodici controlli dentistici sicuramente sono un grandissimo aiuto ma perchè allora si continuano ad avere problemi di alitosi o decadimento dei denti o gengive?

Perchè i batteri si riproducono facilmente e iniziano a ripopolare la bocca subito dopo la pulizia!
Come può dunque aiutarci la terapia dell’Oil Pulling?

L’Oil Pulling fonda le sue origini sulla Medicina Ayurvedica

I praticanti della Medicina Ayurvedica scoprirono che sciacquare la bocca con olio vegetale non solo la ripulisce, ma restituisce anche la salute all’organismo.
Sono almeno trenta le malattie sistemiche che questa pratica può aiutare a risolvere che spaziano da problemi relativamente minori, come l’alito cattivo e il mal di testa, a condizioni più serie come l’asma e il diabete.
Questa pratica però è talmente semplice che venne ignorata e non ricevette tutta l’attenzione che meritava.

Chi scoprì questa pratica?

Fu il dottor E. Karach, un medico che praticava anche la medicina ayurvedica che si appassionò cercando di comprendere gli effetti che l’Oil Pulling poteva avere sulla salute dell’essere umano.
Studiò e perfezionò il metodo ayurvedico degli sciacqui con l’olio e lo denominò “Oil Pulling”.

Presentò le sue scoperte sull’argomento a un gruppo di oncologi e batteriologi presenti a una conferenza in Ucraina, illustrando il suo metodo e descrivendone la straordinaria efficacia per la cura di numerose malattie affermando che molte malattie potevano essere curate completamente soltanto con questi sciacqui quotidiani rendendo superflui chirurgia e farmaci, che causano spesso pericolosi effetti collaterali.

Qual era la sua tesi?

Sostenne che risucchiare e sciacquettare la bocca con olio vegetale aiuta il corpo a risanarsi perchè “estraendo” tossine e germi dall’organismo permette alla natura di fare il suo corso e riportare la salute.
Durante quella conferenza dichiarò che questa tecnica guarisce l’emicrania, la bronchite, il mal di denti, la trombosi, l’eczema, le ulcere, il cancro, le malattie intestinali, le patologie croniche del sangue e quelle di nervi, stomaco, polmoni e fegato, sostenendo che lui stesso era guarito da una malattia cronica del sangue di cui soffriva da quindici anni.
In soli tre giorni aveva anche curato l’artrite, che a periodi era tanto severa da essere disabilitante.
Ad oggi ci sono migliaia di testimonianze sull’efficacia di questa semplice pratica sulle patologie più diverse, da quelle meno gravi a quelle gravissime.

Ci sono effetti collaterali?

Come per tutto anche l’Oil Pulling potrebbe dare effetti collaterali ma è chiaro che si tratta di reazione naturale dell’organismo alla depurazione e quindi, grazie alla loro comparsa, possiamo comprendere ed essere sicuri che la terapia sta funzionando.

Crisi di guarigione

Ogni depurazione comporta le cosiddette Crisi di Guarigione ovvero dei disagi o l’accentuarsi di alcune patologie o la comparsa di problematiche magari mai avvertite, ma una volta compreso che si tratta di effetti transitori magari fastidiosi ma non dannosi dobbiamo solo continuare a fare semplici sciacqui con il nostro olio preferito.

Perchè dovrei crederci?

La domanda secondo me dovrebbe essere un’altra! Perchè non provarci? In fondo è economico, semplice da applicare, non bisogna ingerire nulla, non bisogna cambiare la dieta e soprattutto come abbiamo visto, non ha effetti collaterali!

Quindi cosa aspetti??

Come si pratica l’Oil Pulling?

Ingrediente unico: Un cucchiaio di olio di Sesamo o di Girasole o di Cocco.

Il momento ideale è a digiuno, al mattino prima di lavarsi i denti o di mangiare. Si prende l’olio, lo si pone in bocca e si procede con gli sciacqui, come si farebbe con un normale collutorio, per un minimo di 15 e un massimo di 20 minuti.

È necessario far passare l’olio tra i denti, spingendolo con l’aiuto della lingua mescolandolo per bene con la saliva senza ingoiare. Dopo circa un minuto svanisce la sensazione, a volte sgradevole, di avere dell’olio in bocca.

Passati i 20 minuti, o il tempo deciso, sputare l’olio (mai ingoiarlo, è pieno di tossine!) che sarà diventato biancastro e più liquido per via della saliva.

Sciaquare con acqua tiepida; volendo si può aggiungere del sale o bicarbonato.

Hai già provato questa pratica?

Vuoi consigli più specifici?

Scrivi nei commenti sarò felice di leggere la tua testimonianza o di rispondere alle tue domande o perplessità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *