Il tempo delle ciliegie!

 

 

 

Il tempo delle ciliegie…

Rami carichi di succose ciliegie

Parafrasando il titolo del famoso film degli anni ’80 Il tempo delle Mele… ve lo ricordate?

Io quel film lo avrei intitolato così per una associazione del tutto personale!

Qualche curiosità!

Pensando di scrivere un articolo sulle proprietà delle ciliegie ho ricercato ovunque notizie, curiosità  e qualche chicca, qualcosa di particolare che magari ai più è sfuggito e di cui sono all’oscuro…

In effetti, con mia grandissima sorpresa, ignoravo il fatto che delle ciliegie non si butta via nulla!

Ma è ancora il “Tempo delle ciliegie”?

Certo il “Tempo delle ciliegie” dolci, succose, genuine, quelle che ti fanno chiudere gli occhi per il godimento quando le assapori… non è esattamente come qualche anno fa (parecchi anni fa!).

Oggi sono quasi un “lusso”

Quelle che troviamo al supermercato non hanno molto sapore, si rovinano facilmente e il prezzo non è proprio accattivante. Se poi abbiamo la fortuna di far parte di  una Comunità di consumo, o di un Gruppo di acquisto (Bio o no), ci rendiamo presto conto che il gusto magari è meraviglioso, ma il prezzo, in questo caso, è davvero proibitivo. Quindi più che “nutrirci” con le ciliegie ormai facciamo degli assaggini.

E allora che facciamo? Rinunciamo?

No, non si può!!!! Sono davvero buone (io ne vado matta!), fanno benissimo, sono utili anche nelle diete e il periodo di raccolta è davvero troppo breve per rinunciarci. In più la curiosità di provare a riciclare gli scarti (dopo averle mangiate :)) per utilizzarli durante tutto l’anno mi affascina troppo!

E quando il desiderio è tanto in genere la mente si attiva per trovare le soluzioni!

Così ho scoperto che presso alcune aziende c’è la possibilità di raccogliere personalmente le ciliegie in campagna, aggiungendo alla bellezza di questa attività anche la convenienza nel prezzo!

Si parte alla raccolta delle ciliegie!!!!

Raccolta di ciliegie

 

Quindi già dallo scorso anno dedico una mezza giornata alla raccolta delle ciliegie e questo, tra gli altri vantaggi, mi offre la possibilità di mangiarle dall’albero, cosa che facevo spesso da bambina e che dona un gusto assolutamente incredibile a questo frutto già delizioso.

E poi una scampagnata rigenera sempre anche lo spirito!

Alberi vestiti a festa

L’esperienza si rivela davvero fantastica, gli alberi di ciliegio sono festosi e ti accolgono con un tripudio di colori, ricoperti di foglie dal verde deciso dalle quali fanno capolino i frutti che vanno dal giallo/arancio al rosso rubino. La meraviglia fa brillare gli occhi e spalancare la bocca già pronta ad addentare quel prezioso dono della natura! 😉

Raccolta o abbuffata?
Le nostre cassette pronte per essere caricate in macchina

I proprietari sono davvero fantastici e ci aiutano a riempire cassette e cassette di ciliegie, mentre io continuo a mangiare più che a riempirle a mia volta! Pensavano tutti che sarei scoppiata per la quantità che sono riuscita ad ingurgitare. Invece, sarà che erano davvero genuine, biologiche e mature al punto giusto, io non ho avuto nessuna reazione negativa 🙂

Torniamo a casa con la leggerezza che subentra dopo una giornata passata nella natura e con una quantità di ciliegie del tutto rispettabile. Sono talmente abbondanti che posso anche condividerle con amici e parenti! 🙂

Conserva ecologica

Seguendo il consiglio della proprietaria dell’azienda ho provato anche una ricetta per estrarre il succo dalle ciliegie solo esponendole al sole in un vaso con dello zucchero.

Ora vorrei fare esperienze anche di altre raccolte, ma… chissà.

E a te? È mai capitato di passare una giornata acquistando la frutta o la verdura direttamente dall’azienda avendo anche la possibilità di raccoglierla e risparmiare?

Condividi la tua esperienza per espandere questa simpatica e costruttiva pratica!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *